BLITZ IN MACUGNAGA


Se si riuscisse a sparare un razzo abbastanza in alto da Macugnaga non dovrebbe essere difficile vederlo da Cervinia. Avevo calcolato che dalla porta di casa mia nel Breuil a quella dell'Hotel Pecetto non c'erano che nove kilometri lineari. Ne ho dovuti percorrere ben 256 (su stradine tipo quelle dello struzzo e del coyote!) per compiere effettivamente il tortuosissimo tragitto. Ero incuriosito da favoleggiamenti su questo angolo remoto riportati dalle maestranze del nostro News Group.

Il luogo effettivamente è bellissimo. Se non si dovesse guidare con la massima attenzione, anche la strada per arrivarci sarebbe uno spettacolo: la strepitosa Valle Anzasca certamente me la sarei goduta se qualcun altro mi avesse scarrozzato! L'abitato è costituito da quattro frazioni disseminate nella parte finale della valle: Borca, Staffa, Capoluogo e Pecetto, tutte caratterizzate dalle tipiche costruzioni Walser.

Gli impianti sono quelli di un piccolo paesino di montagna e seggiovie e cabinovie risultano datate in modo preoccupante. Il ghiacciaio del Moro è bellissimo con affacci mozzafiato. Qui le piste però sono battute malissimo con grossi arancini di neve al posto delle classiche fresature. Purtroppo ci ho distrutto un OverSkate e questo ha contribuito a non farmi avere una non buona impressione globale di questa valle ossolana.

Sulle piste